​​L'OZONO IN COSMESI

 

Il suo potere Ossidante e la Molecola instabile che in poco tempo torna allo stato di Ossigeno, ha sempre reso difficoltoso l'uso dell'ozono in ambito cosmetico, se non grazie all'uso di sofisticati macchinari Professionali.

Oggi, grazie all'ausilio dell' 'Oro Liquido', l'ozono più essere fruito anche in ambito cosmetico per differenti scopi benefici.

L'OLIO DI OLIVA, infatti, già utlizzato dagli antici Egizi per le sue proprietà emollienti e lucidanti che appunto lo nominaoro Oro Liquido, vanta delle caratteristiche particolari che riescono ad inglobare la molecola di Ozono subendone un processo ossidativo e arrichente dell'olio stesso.


Infatti, i prodotti a base di Olio di Oliva, grazie a un lunghissimo e attento processo di ozonizzazione, si arricchiscono di Ozonidi stabili nel tempo senza l'uso di conservanti. Questi hanno la capacità di rilasciare alla pelle Ossigeno al fine di stimolare la crescita e la vitalità di nuove cellule.


Questo processo alimenta il nostro corpo di Ossigeno, direttamente tramite l'epidermide.


Un trattamento de-tossicante per dare alla pelle del viso e di tutto il corpo un effetto antiage e rimpolpante immediato.
Inoltre, l'ossigeno combatte i radicali liberi, innescando così la produzione di collagene e donando luminosità.


L'ossigeno così veicolato è indicato per pelli giovani e pelli mature, in particolare per le problematiche estetiche dovute a:


Pelle Asfittica: ispessimento e alterazione dei naturali scambi epidermici che porta a una pelle arida, ruvida al tatto,
ingrigita e impoverita del suo naturale film idro-lipidico. La micro-circolazione sanguigna è lenta. Può essere
frequentemente accompagnata da fenomeni di disidratazione.


Inquinamento: danneggia il film idro-lipidico della pelle e si 'aggrappa' alle nostre cellule cornee sottraendo ossigeno
alle cellule stesse che faticano a svolgere il loro ruolo di respirazione.


Freddo: la bassa temperatura induce vasocostrizione e la pelle non è più sostenuta a sufficienza nei suoi processi
quotidiani e si 'affatica'.


Esposizione ai raggi UV: invecchiano precocemente la pelle con perdita progressiva dell'elasticità e dell'idratazione. In
altre parole, troppo sole fa invecchiare e causa la degenerazione della elastina e del collagene, le due proteine che
danno sostegno ed elasticità alla pelle, evidenziando rughe, solchi e pieghe d'espressione.


Invecchiamento cronologico: ove il turn-over cellulare è rallentato, così come il metabolismo e la naturale esfoliazione
cutanea, la pelle tende a indebolirsi e a ispessirsi a discapito dell'approvvigionamento di Ossigeno.


Ispessimento dello strato corneo: scarsamente ossigenato e idratato impedisce un buono scambio tra interno ed
esterno e viceversa.


Malattie, stress, trucco, sono altri fattori che possono determinare un rallentamento delle funzionalità fisiologiche e di
conseguenza l'ossigenazione e l'esfoliazione cutanea.